Cosa vedere in Ogliastra

L’Ogliastra è una regione geografica della Sardegna e situata nell’area centro orientale della regione. Questa zona è caratterizzata da panorami brulli, selvaggi ed è anche considerata una delle zone più belle e autentiche della Sardegna.

Se ci si sta chiedendo cosa vedere in Ogliastra si avrà l’imbarazzo della scelta tra spiagge incontaminate, scorci mozzafiato, calette, grotte, ma anche monumenti che tracciano il passaggio di antiche civiltà e che si immergono magistralmente nella natura del territorio.

L’Ogliastra è una parte di Sardegna per molti tutta da scoprire e ammirare, da assaporare con calma e capace di infondere quiete e relax negli animi più diversi. Ecco la nostra selezione di alcune delle tantissime cose da vedere in questa regione.

Hai un'esperienza da proporre ai nostri visitatori?
Non hai trovato l'esperienza che cercavi?

Canyon Gorropu

Il Canyon Gorropu è il più profondo in Europa e si distende su un’area di circa 500 metri di altezza; il posto è caratteristico anche per la flora presente e tipicamente sarda.

Grotta del Fico

La Grotta del fico è una delle attrazioni naturalistiche più gettonate dell’intera regione e considerata una delle più belle grotte visitabili. Si trova a Baunei, stagliandosi nella muraglia di Orosei, zona incontaminata e suggestiva dove non è raro trovare delle foche monache.

Tacchi dell’Ogliastra

Si tratta di monti dolomitici dalla forma a tacco di scarpa e nell’intera regione dell’Ogliastra se ne trovano molti, ma il sedimento più famoso è quello chiamato Perda Liana a Gairo.

Grotta su Marmuri

Tra le cose da vedere in Ogliastra ecco un’altra meraviglia della natura, la Grotta su Marmuri, ubicata nel comune di Ulassai. È un paesaggio più che suggestivo e che vale almeno una visita, ma se si è claustrofobici meglio evitare o soffermarsi solo in superficie; è inoltre raccomandabile farsi seguire da una guida del posto.

Scala di San Giorgio

La Scala di San Giorgio si apre nella gola omonima ed è un vero e proprio monumento naturale sardo, tipico del territorio selvaggio regionale. A caratterizzare la zona sono le infinite fratture nelle masse rocciose e molte delle quali hanno loro nomi specifici come il Sa Brecca e l’Usala, questa profonda circa 100 metri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *