Rocce Rosse Arbatax

Rocce Rosse Arbatax

Simbolo della zona e monumento naturalistico d’incredibile fascino, le Rocce Rosse – chiamate anche “La Cattedrale del mare” – sorgono dalle acque, maestose e solenni nei loro 15 metri di altezza, dominando la zona e ammaliando i visitatori. Il porfido rosso da cui sono composte, riflettendosi sul mare turchese che le culla, crea un mix di colore incredibile: visitare questo gioiello ogliastrino al tramonto o all’alba è una vera esperienza extrasensoriale. Curiosità: grazie al loro splendore mozzafiato, le Rocce Rosse fecero da location per una scena cruciale del film del ’74 “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto” della Wertmuller.

Come raggiungere le Rocce Rosse?

Be’, facile: si giunge fino a Tortolì – da Cagliari tramite la SS125var e da Olbia prendendo prima la SS131Dir e poi la SS289Var del Correboi – e poi si prosegue seguendo le indicazioni per Arbatax. Poco prima del porto, bisogna svoltare a destra. Un ampio piazzale permetterà di parcheggiare l’auto e proseguire a piedi per un tuffo nella bellezza di uno dei posti più suggestivi dell’Isola.

Cosa vedere nei dintorni?

Altra perla del posto, nonché intimo, quieto e selvaggio angolo di paradiso, è Cala Moresca. La piccola caletta rocciosa, composta da rocce di porfido rosso e di granito, è adatta, grazie al fondale basso, sia ai nuotatori meno esperti che alle famiglie con bambini. Particolarmente apprezzato da chi decide di trascorrere qui le vacanze è anche il celebre faro di Capo Bellavista, risalente al XVII secolo. A poca distanza, c’è anche il Lido di Orrì, lunga spiaggia nota per l’acqua turchese, la sabbia fine e dorata e per gli scogli grigi.

Il Porto di Arbatax

Affacciato sul Tirreno, il Porto di Arbatax è uno dei punti turistici più importanti della zona. A garantire la linea Arbatax-Civitavecchia due volte a settimana è la Grimaldi Lines. Tra i due moli, Levante e Ponente, il porticciolo conta 650 posti.

Cosa fare la sera ad Arbatax?

Doveroso, quando si parla del borgo marinaro, è fare una bella passeggiata nelle vie caratteristiche, scoprire la zona, assaggiarla e godersela. Diversi sono i locali che offrono ottimi drink e musica. Nei ristoranti si possono poi assaggiare alcune tra le più buone prelibatezze ogliastrine. Tappa obbligata sono le Rocce Rosse quando la luce scende, la notte incombe e le luci creano degli scenari quasi magici: visitatela e non ve ne pentirete!

💬 Hai bisogno di aiuto?