Arbatax

Arbatax

Tra scogliere, calette e onde, si trova un luogo magico, Arbatax. Adagiato sulla penisola Capo Bellavista e chiamato “La porta dell’Ogliastra” per via della sua posizione strategica, Arbatax – frazione di Tortolì – è anche uno dei posti più conosciuti, apprezzati e cliccati della zona. Con i suoi panorami mozzafiato e gli scenari da cartolina, è una meta molto ambita per le vacanze – estive perlopiù, ma non solo. Sì, infatti grazie al suo clima mite, è possibile visitare il borgo, apprezzarlo e godere delle sue perle non solo da maggio a settembre, ma 365 giorni l’anno.

Cosa vedere ad Arbatax

Monumento naturale simbolo del borgo sono, senza alcun dubbio, le Rocce Rosse. La cattedrale di porfido rosso, adagiata sulle scogliere e su candidi ciottoli, fa innamorare chiunque abbia il piacere di visitarla. I momenti più suggestivi? All’alba, quando la luce si riflette sull’acqua creando stupendi giochi di colore. Tra le cose da vedere nella cittadina, impossibile non inserire Cala Moresca. Nota per il fondale basso e per l’acqua cristallina, questa spiaggetta è spesso scelta anche dai nuotatori meno esperti o dai genitori con bimbi piccoli. Data la grande presenza di pesci variopinti, piace anche a chi fa pesca subacquea. Particolarmente apprezzato da chi sceglie Arbatax per le sue vacanze anche il celebre faro di Capo Bellavista, risalente al XVII secolo.

Come raggiungere Arbatax

Da Cagliari, prendere la SS125var, conosciuta come Nuova Orientale Sarda, e seguire le indicazioni per Tortolì. Da Olbia è possibile raggiungere la città prendendo prima la SS131 Dir e poi la SS289 Var del Correboi. Una volta a Tortolì, basterà seguire le tantissime indicazioni presenti: cinque minuti e sarete nel posto giusto… al momento giusto. Anche perché è sempre il momento giusto!

Servizi Arbatax

Molti sono i servizi presenti nel borgo marinaro, quasi tutti concentrati nel suo “centro”, di fronte alla cattedrale di porfido rosso. Non mancano info point, hotel, punti ristoro, ristoranti e bar ma anche localini notturni animati che, perlopiù in estate, rendono la cittadina viva sebbene mai eccessivamente frenetica. Possibile anche prenotare i biglietti per visitare le cale.

Eventi Arbatax

Tra le feste più conosciute e apprezzate d’Ogliastra c’è senza ombra di dubbio Stella Maris, evento che celebra Maria Stella del Mare. Oltre che per la parte religiosa, molti sono i buongustai attirati dall’odore delle pietanze cucinate per l’occasione. Molto bello e conosciuto, sebbene più recente – il primo appuntamento avvenne nel 2015 –, è Borgo Marinaro. L’appuntamento estivo pone in risalto la bellezza, la cultura, le arti, i mestieri, le viuzze e il cibo del villaggio posto sul mare, sottolineando anche le sue origini ponzesi. Molto attesa è la rassegna estiva, diventata irrinunciabile, Cal’a Cinema.

Alcune curiosità sul borgo di Arbatax

Arbatax compare nel film del 1974 di Lina Wertmuller “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto” con Giancarlo Giannini e Mariangela Melato. In virtù della bellezza dei suoi luoghi, infatti, venne scelto dalla Wertmuller per la scena finale del film divenuto poi famosissimo. La regista, innamorata dell’Isola, vi trascorreva sempre – con indosso i suoi famosi occhiali da sole bianchi – le sue vacanze.

Cala Moresca prende il nome dalle incursioni de “Is Morus”, i pirati saraceni che nel VIII secolo invasero la costa.

Molte sono le teorie legate a questo argomento ma i più credono che il nome “Arbatax” derivi dalla parola araba quattordici,arba at ashara”, per via della torre, la quattordicesima, che sorge nelle vicinanze

💬 Hai bisogno di aiuto?