spiagge da vedere ogliastra

Le spiagge da vedere in Ogliastra sono davvero tantissime e ognuna ha la sua peculiare particolarità. Quest’area della Sardegna però è in generale incontaminata, selvaggia, tipicamente brulla e caratteristica, una vera perla naturale dell’intera regione ambita in tutta Europa. Prima di avventurarsi però alla ricerca di una caletta sperduta e suggestiva è sempre bene pianificare in ogni dettaglio il viaggio o l’escursione e facendosi aiutare e consigliare dalle guide della zona, dagli esperti e dai tour operator di zona. In ogni modo iniziare a fantasticare non ha prezzo ed è del tutto sicuro, quindi ecco quali sono le spiagge da vedere in Ogliastra e da visitare al più presto.

Su Sirboni Gairo
Spiaggia di Su Sirboni

Cala Sisine Baunei

Si tratta di una spiaggia di circa 200 metri situata a Baunei, a Nord di Arbatax e la si può raggiungere comodamente dal mare mediante imbarcazioni private o con i natanti che fanno la spola dai porticcioli di Arbatax e S. Maria Navarrese. Esiste anche un percorso a piedi, ma decisamente meno agevole e ideale solo per chi è un esperto di trekking. Ai lati della spiaggia due creste rocciose ricche di vegetazione montana che danno all’intero luogo un mood molto particolare e decisamente diverso dalle spiagge sarde che si vedono sulle copertine delle riviste. Sui costoni crescono anche alberi secolari di rara bellezza come i lecci e i carrubi, ma anche cespugli tipici mediterranei, mentre la sabbia è bianca con chicchi grossi e calcarei e sassi arrotondati lisciati dal mare. L’acqua invece è cristallina e ricca di pesci, non a caso questa spiaggia è perfetta per chi ama lo snorkeling, ma ci si può immergere anche solo con maschera e boccaglio per ammirare i suoi fondali.

Prenota un Tour Online

Cala Sisine - Baunei
Cala Sisine - Baunei

spiaggia dei gabbiani

A Baunei troviamo anche la Spiaggia dei gabbiani, una parte della ben più ampia Spiaggia di Cala Mariolu. La si può raggiungere esclusivamente via mare con barche private o con i natanti che quotidianamente offrono un servizio di trasporto alle spiagge del Golfo di Orosei dai porti di Arbatax e S. Maria Navarrese. Ciò che caratterizza questa distesa sabbiosa sono le pareti rocciose che la incorniciano e le macchie di arbusti della tipica vegetazione sarda. La sabbia è formata da microscopici e lisci sassolini di marmo bianco e il fondale è basso, sabbioso e sicuro anche per i più piccoli, mentre il sole la inonderà di luce solo al mattino e nelle prime ore pomeridiane, il resto del giorno la cala è ombreggiata. Per questo particolare forse non è meta ideale per chi vuole passare molte ore al sole e regalarsi un’abbronzatura mozzafiato, ma potrà ovviare a questo immergendosi in acqua e godendo da lì della tintarella.

Noleggia un Gommone Online

Cala dei Gabbiani Baunei
Cala dei Gabbiani - Baunei

Cala Moresca

Ad Arbatax ecco un’altra spiaggia da vedere a Ogliastra: Cala moresca e caratterizzata dalle rocce rosse locali. Arrivare alla cala è già molto suggestivo e basterà percorrere a piedi un sentiero apposito, facile e non tortuoso, adatto anche ai bambini. Passo dopo passo, tra la vegetazione del luogo è possibile scorgere lo stagliarsi della spiaggia che, tra i massi di porfido rosso e granito appare in tutta la sua bellezza e anima selvaggia. Questa zona è frequentata soprattutto dai residenti ma sicuramente chi ama il mare e le spiagge tipiche non potrà perdersi questo spettacolo incontaminato e brullo. Il fondale è basso e quindi perfetto anche per i bambini, si fanno nuotate a tutte le ore e la zona è molto ben soleggiata.

Cala Moresca - Tortolì
Cala Moresca - Tortolì

Cala Biriola

La spiaggia di Cala Biriola si trova anch’essa a Baunei, precisamente tra Cala Sisine e Cala Mariolu. È raggiungibile via terra mediante un percorso ideale per chi è un esperto o amatore di trekking, ma lo si sconsiglia ai neofiti; al contrario ci si può arrivare via mare con barche provate o con natanti che ogni giorno effettuano la traghettata. Ciò che rende subito riconoscibile Cala Biriola è l’arco roccioso sul mare che la precede e che presenta un’apertura che sembra una vera porta d’ingresso, una sorta di varco di benvenuto per i turisti. La sabbia è finissima e bianca, la tipica sarda che si vede nelle cartoline e non mancano cespugli di macchia mediterranea, anch’essi caratteristici della regione. Non solo, adiacente alla spiaggia c’è anche un bosco di ginepri degno di nota e dove poter ammirare questo arbusto spuntare dalla roccia viva. Il fondale qui è perfetto per chi ama le immersioni e lo snorkeling e le acque sono verdi e cristalline.

Cala Biriola - Baunei
Cala Biriola - Baunei - Scatto di Gianni Pi

Spiaggia Basaùra

Sempre ad Arbatax sorge la spiaggia Basaùra, raggiungibile anche in auto e ideale per chi non ama i paesaggi troppo rocciosi e selvaggi. Qui infatti il paesaggio, seppure incontaminato e brullo, lascia spazio soprattutto al mare ed a una distesa di sabbia chiara e morbida, a grana media. In realtà questa zona è il proseguimento della spiaggia di San Gemiliano, chiamata anche spiaggia dell’aeroporto per la vicinanza dell’aeroscalo. La spiaggia è molto ben tenuta, perfetta per accogliere i turisti più diversi ed esigenti, offre 2 Km di sabbia e il mare è anche qui limpido e cristallino; il fondale però è alto. Alle spalle della distesa di sabbia una radura con piante sempreverdi, anch’esse molto ben tenute e curate.

La capannina

Tra le spiagge da vedere in Ogliastra e sempre ad Arbatax ecco La capannina, raggiungibile a piedi o in auto e decisamente dal mood più turistico, soprattutto perché ben tenuta ed attrezzata. L’allure brullo però resta e lo si nota nella vegetazione che la circonda, tipicamente mediterranea e arbustiva. Si tratta però di una cala molto tranquilla e frequentata soprattutto. Caratteristica è anche la nota Torre Saracena che sovrasta la spiaggia sul lato Nord e che viene chiamata la tredicesima torre, o Taratasciàr.

Spiaggia dei milanesi

La Spiaggia dei milanesi si trova ad appena 4 chilometri da Tortoli, ma arrivarci a piedi non è molto agevole ed è necessario attraversare un sentiero nella macchia sarda, superare alcuni scogli e aree non del tutto agevoli da percorrere. Anche per questo è una località poco visitata dai turisti: quelli che la raggiungono solitamente lo fanno via mare. Viene chiamata così perché una famiglia di Milano vi costruì la prima villetta adiacente e con accesso immediato alla spiaggia. La sabbia qui è molto fine e il panorama è mozzafiato, il mare cristallino assume sfumature ogni giorno diverse e il fondale è molto basso. Infatti per circa 300 metri dalla riva è calpestabile in sicurezza ed è una condizione ideale per chi ha bambini piccoli o per chi non sa nuotare. La zona è sempre soleggiata, caratterizzata anche da rocce lisce sagomate dal mare dove poter prendere il sole se non si desidera farlo sulla sabbia. Anche qui a fare da sfondo la tipica vegetazione sarda contraddistinta da tonalità verde scuro.

Spiaggia dei Milanesi - Tortolì - Scatto di Max Ladu

Spiaggia di Foxi

La spiaggia di Foxi è anch’essa resa suggestiva e paradisiaca dalla sabbia fine e chiara e dal mare che assume tonalità di un verde brillante e invitante. La location si trova a Bari sardo ed è facile da raggiungere anche in auto, mentre il suo nome vuol dire foce e infatti proprio qui è presente quella del torrente Bau Eni. In sua concomitanza si possono ammirare anche tante specie faunistiche come i germani reali, le folaghe, le gallinelle d’acqua, gli aironi e anche i pesci sono molto prolifici qui. Decisamente degna di nota è la presenza, alle spalle della spiaggia, di alberi autoctoni di Eucalipto che, con i loro profumi e gli alti fusti, rendono ancora più suggestiva e unica la spiaggia di Foxi. La zona è molto ben attrezzata e adatta a tutta la famiglia, ci sono camping, aree ristoro, il fondale è basso e grazie al vento è meta prediletta dai surfisti.

Spiaggia di Perda e pera (o Perdepera)

In quel di Cardedu invece si staglia la spiaggia di Perda e pera, facile da raggiungere in auto e a piedi. Il suo nome deriva dai sassi presenti e che ne delimitano lo spazio che, a detta dei residenti, hanno una forma di pera; “perda e pera” significa infatti “pietra a pera”. La sua grandezza è notevole e, oltre alle rocce, ci sono molti metri di sabbia morbida e che possono accogliere davvero tanti turisti in cerca di spiagge caratteristiche, ma al contempo tranquille. Anche in questa zona non mancano i servizi come il noleggio sdraio, ombrelloni, lettini e adiacente alla distesa sabbiosa c’è anche un villaggio rinomato e conosciuto. L’acqua è cristallina ma il fondale è profondo e non adatto ai bambini.

Spiaggia Perdepera Cardedu
Spiaggia di Perdepera - Cardedu

Spiaggia di Tesonis

Tra le spiagge da vedere in Ogliastra ecco anche quella di Tesonis, a Tertenia, di facile accesso anche via terra. L’area è decisamente brulla e selvaggia e a sottolineare questa caratteristica la fanno da padrona le rocce rossastre di granito e la macchia sarda che qui cresce selvaggia e direttamente nelle pareti rocciose. Il mare qui assume toni più bluastri ed è meta ideale per chi ama gli sport acquatici e le immersioni.Molto interessante è la possibilità di percorrere gli stessi sentieri una volta utilizzati solo dai pastori di capre e che offrono scorci da cartolina ai fotografi, ma anche a chi ama i bei paesaggi nazionali.

Lido delle rose

Infine ecco un’ultima spiaggia che accoglierà qualsiasi turista trasmettendo l’essenza della regione Sardegna: il Lido delle rose. Si trova a circa 2 chilometri dal paese di Lotzorai e proprio da uno specifico sentiero si può arrivare a piedi alla distesa di sabbia. Qui la sabbia è grossa e color ocra con anche piccoli ciottoli levigati dal mare qua e là, mentre l’acqua assume colorazioni cangianti e diverse a seconda dell’orario e del clima. A fare da sfondo alla distesa sabbiosa una fitta macchia autoctona e dal mare invece si erge il famoso isolotto dell’Ogliastra, sormontato dalla statua della Madonna omonima realizzata da Pinuccio Sciola, scultore contemporaneo. Questa è una spiaggia semplice, selvaggia ma caratteristica e non molto frequentata, ma sarà necessario portare tutto da casa, ombrellone, sdraio, ecc.

Lido delle Rose - Lotzorai
Lido delle Rose - Lotzorai